Senza-titolo-1_edited.png
  • Valeria


Di recente mi è capitato in diverse occasioni di parlare di ELOPEMENT.

Dopo aver fatto una piccola indagine, mi son resa conto che la stragrande maggioranza delle persone non sa cosa sia, da dove provenga e come funzioni.


NO PANIC!

Ora ve lo spiego.



Dunque, #elopement è un termine inglese che deriva da 'to elope', e significa letteralmente "scappare via, fuggire senza voltarsi indietro". Insomma, detto 'alla buona', è la famosissima fuitina!

Una fuga d'amore per quelle coppie che scelgono di vivere il loro grande giorno nel modo più intimo e romantico che esista.


Quindi sì, l'elopement è un matrimonio a tutti gli effetti!


Una tipologia di matrimonio che è lontana anni luce dalla nostra tradizione, al limite dell'inconcepibile per come siamo sempre stati abituati, ma che ha invece radici profonde negli States.




Tanti i film che hanno reso celebre questa fuga d'amore, una delle scene più iconiche del cinema moderno è il matrimonio di Carrie Bradshaw e Mr Big (Sex and the City, qui trovate il video), che dopo un disastroso primo tentativo, finalmente riescono a coronare il loro sogno, sposandosi soli soletti in municipio.



Questa moda tutta americana, in realtà sta prendendo piede anche qui in Italia: sono sempre più le coppie che scelgono di vivere il giorno più importante della loro vita da protagoniste indiscusse.

(Inutile nascondere che anche il fattore economico incide parecchio su questa scelta.)







Così come per un matrimonio "classico", anche l'elopement necessita di una sua organizzazione: ricordate che in piccolo non significa trascurato, è giusto curare ogni singolo dettaglio e dedicargli la stessa attenzione e premura di un evento "più grosso".








Anzi vi dirò di più! In caso decidiate di sposarvi in questo modo, è FONDAMENTALE che scegliate un Wedding Team ad hoc, con il quale possiate instaurare un legame profondo ed empatico fin da subito, di modo che capisca esattamente i vostri desideri e soprattutto la vostra scelta.


E' quindi importantissimo il feeling che si andrà a creare tra voi, la wedding planner e il fotografo. Perché? Saranno le persone che avranno il compito di intuire i momenti più emozionanti delle vostre nozze, rispettivamente dovranno trasformare i vostri desideri in realtà, farvi sognare attraverso l'allestimento e restituirvi attraverso le foto la magia di quel giorno.






Ma quindi chi partecipa ad un elopement?

Non c'è una regola fissa!

Generalmente ci sono gli sposi, il celebrante e il Wedding Team.

In alcuni casi, le coppie di sposi decidono di far partecipare anche i testimoni, altre i genitori o comunque i parenti più stretti.



Una cosa è certa: scegliete bene le persone che vorrete accanto a voi quel giorno e siate sicuri che capiscano e siano felici per voi della vostra scelta.


Sempre a proposito di persone e scelte, mi raccomando, siate pronti all'inevitabile reazione di amici e parenti che pensavano di essere invitati e invece non lo saranno. Siate sereni, spiegate loro il perché della vostra scelta e chi vi vuole davvero bene vedrete che capirà!



Passiamo alla parte più "noiosa"... chiamiamoli piccoli accorgimenti tecnici.

Come vi ho anticipato, generalmente durante un elopement le uniche figure presenti oltre a voi, saranno il celebrante e il #weddingteam. E' importante che controlliate con il comune che tutti i documenti siano in regola per potervi sposare senza testimoni, specificatelo bene e dite che oltre a voi prenderà parte alle nozze solamente il Wedding Team.

Un'alternativa potrebbe essere scegliere un rito simbolico per l'elopement e poi rispettare l'iter previsto per le nozze civili.


Per concludere voglio darvi un piccolo consiglio.


Se optate per una fuga d'amore super intima e romantica, non abbiate paura ad osare con l'allestimento.


Ricordatevi sempre che è il giorno più importante della vostra vita, che è una festa per voi e per il vostro amore, è giusto che anche se in modo intimo festeggiate alla grande!



SBIZZARRITEVI,

LASCIATE LIBERA LA VOSTRA FANTASIA

E REALIZZATE IL VOSTRO SOGNO D'AMORE!


Valeria





  • Valeria

Diciamocelo, l'inverno non è la stagione preferita per chi decide di sposarsi.

Forse il freddo, forse il pensiero che la possibilità di stare a contatto con la natura diventa pressoché nulla, forse la paura del brutto tempo improvviso, forse...forse non la si prende nemmeno in considerazione come idea!

Così mi si è accesa una lampadina e mi son detta "perché no?! Mostriamo la magia dell'inverno!".

Casale rustico con caminetto? mmm bello ma no.

Baita in montagna con tanto di neve fuori? bello anche questo! ma no.

Lago ghiacciato, stile regina delle nevi? anche questo bello, ma no.

Cercavo un'idea diversa, un qualcosa che permettesse alle future coppie di sposi di immaginarsi al caldo ma comunque a contatto con la natura, un qualcosa che non facesse sentire la mancanza del ricevimento all'aria aperta.

Cercavo una palette colori romantica ma che richiamasse comunque l'inverno e la magia dei suoi colori.

Così è nato questo progetto, tra un pensiero e l'altro, tra un "e se facessi" e un "magari potrei fare", nella mia mente tutto è diventato chiaro, sapevo esattamente cosa volevo ricreare: un matrimonio invernale in serra.


A partire dal coordinato grafico, realizzato ad hoc da Daniele, mente creativa e 'papà' di DiZeta Creative Invitations, tutto doveva far capire gli elementi cardine del progetto: le geometrie, l'uso di fiori bianchi in "contrasto" con le piante grasse e la palette colori delicata e romantica.



Immaginate: una giornata soleggiata d'inverno, una meravigliosa serra in metallo che fa da sfondo ad un allestimento minimal, geometrico, con dei richiami allo stile nordico dove si alternano la morbidezza della seta, dei fiori e delle piante grasse, e la durezza delle forme geometriche, dei metalli e della mise en place.



Due le tavole pensate per questo matrimonio, entrambe con alcuni elementi comuni come il runner e i tovaglioli di seta color Lino, 100% made in Italy, della collezione Zefiro di Allegoria; la mise en place con i bellissimi piatti da portata Carrara, il set di bicchieri bordati d'oro Claire e le posate Gold, collezioni di Tableset Luxury Rentals.



A cambiar volto è in realtà il centrotavola.

La prima proposta, un tappeto di rami di eucalipto dalla foglia tonda, vasetti fioriti di ranuncoli e anemoni, in vetro trasparente di diverse forme e dimensioni adornati dai nastri color Avio della collezione Sfumato di Allegoria, moccoli di diverse misure e colori ed infine candelieri oro con base geometrica dai quali si ergono eleganti candele coniche bianche e cerulee.



La seconda proposta vede invece principe la filosofia "less is more", una tavola più minimal, più geometrica e più "pulita" se vogliamo.

Terrarium e cloche in vetro e oro di diverse forme che fanno da casa a echeverie di diverse specie, ranuncoli, anemoni e bacche di silver brunia; moccoli accolti in vasi di vetro cilindrici e snelli candelieri oro, base di eleganti candele coniche antracite o in alternativa salvia.



Due sono anche le proposte di allestimento per la seconda protagonista indiscussa del matrimonio: la Wedding Cake.

Una spettacolare torta geometrica a quattro piani, con un inserto metallico esagonale "fiorito" al centro.



Sola, maestosa, adagiata su una cascata di seta, in una splendida nicchia della serra con pochi fronzoli attorno, solo qualche candela sui gradini ad esaltarne ancora di più la bellezza.



Oppure all'esterno, nel meraviglioso giardino di Cascina Giovanni, un allestimento dove prevalgono il 'verde' e le geometrie delle candele.



Protagonista della scena ma accompagnata da un piccolo sweet table composto da confetti in palette di diversi gusti, biscotti esagonali di frolla ricoperti con pasta di zucchero decorata e macarons oro e blu in diverse tonalità e diversi gusti.



Una bontà che fa venir l'acquolina in bocca solo a guardarla, opera delle eccezionali mani di Chiara, cuore pulsante di Qualcosa di Dolce.


Ma che matrimonio è senza lo sposo e la sposa?

Eccoli!


Per lo sposo che non vuole il classico abito, che vuole un tocco di modernità, originalità e personalizzazione pur mantenendo l'eleganza del ruolo che riveste, la scelta non può che essere una: affidarsi a Linnèo!

Laboratorio sartoriale nel cuore di Brescia al cui capo c'è Veronica, che realizza insieme al suo team abiti su misura, selezionando insieme a voi stoffe, bottoni (sì, anche il più piccolo dettaglio viene curato!) ed eventuali personalizzazioni per fodere e tessuti leggeri (papillon, fazzoletto, ecc).

Qui abbiamo scelto un abito in seta grezza color verde salvia, composto da tre pezzi e con fodera della giacca personalizzata.



Per la sposa invece, indovinate, le proposte sono due!

Due abiti diversi, due abiti per sentirsi principesse ma con due anime differenti entrambi ispirati a due grandi città, Mosca e Tokyo; cosa li accomuna? La stilista! Melania Fumiko.

Il primo, il Mosca, ispirato alle zarine russe, un abito che fa sognare, morbido, dal drappeggio continuo in chiffon di seta, la manica lunga in trasparenza e uno strascico importante. Impreziosito da un bellissimo ricamo floreale tridimensionale in vita, sia davanti che sul retro.

Gli accessori utilizzati per questo look sono la collana pendente con la foglia di Ginkgo (logo della stilista) sulla scollatura della schiena e gli orecchini con zaffiri a forma di foglia di Ginkgo.



Il secondo abito, il Tokyo, un abito essenziale, in duchesse, organza e un particolare tulle, impreziosito da un ricamo floreale lurex argento, un abito da principessa moderna, completato da una giacca trasparente con lo stesso ricamo della gonna.

Anche in questo caso sono stati usati gli stessi accessori.



Insieme alla bravissima Makeup Artist & Hairstylist Lina Pagano, abbiamo pensato ad un trucco ed un'acconciatura che potessero andar bene per entrambi i look: un makeup dai toni piuttosto scuri, con punte oro per illuminare il viso e un semi-raccolto di trecce dietro la testa impreziosito da fiori e foglie di eucalipto.



A completare il look degli sposi boutonniere e bouquet: uno classico e uno più originale, un hoop bouquet. A dare un tocco in più i nastri in seta di Allegoria, Avio e Foresta della collezione Sfumato e Neve della collezione Sinfonia.



E dulcis in fundo, per i nostri bellissimi sposi, Elena, anima di Linea Laboratorio Orafo, ha realizzato due fedi sfaccettate in oro giallo.

Di una bellezza che lascia senza fiato, questi bellissimi anelli richiamano le geometrie dell'allestimento e in modo romantico sembrano voler dire "ti scelgo con tutte le tue sfaccettature per il resto della vita".



Vi è venuta voglia di sposarvi d'inverno? Magari scegliendo una location "alternativa" come una serra? Avete sognato anche voi attraverso queste meravigliose immagini, scattate dall'occhio magico di Jessica?


Durante questo incredibile viaggio, ho avuto la fortuna di essere accompagnata da un team di collaboratori eccezionali.

Professionisti con la P maiuscola, che ci mettono testa, anima e soprattutto cuore in ciò che fanno, ognuno nel suo campo.

Grazie di cuore a tutti!


Valeria


CREDITS

Design&Styling&Planning: Valeria Verderio Event Creator

Photo: Jess Stollen Photography

Venue: Cascina Giovanni

Flower: Marcello Colombo&C./ Valeria Verderio Event Creator

Graphic: DiZeta Creative Invitations

Tableware: Tableset Luxury Rentals

Runner&Ribbons: Allegoria Textile Delights

Cake&Desserts: Qualcosa di Dolce

Ring: Linea Laboratorio Orafo

Wedding Dress&Jewels: Melania Fumiko

Groom Suit: Linnèo

Makeup&Hairstyle: Lina Pagano












  • Valeria



Molto spesso quando parlo del mio lavoro, mi rendo conto che le persone non hanno ben chiaro ciò che faccio esattamente.

Alcuni mi vedono come "una spesa inutile", come "un in più troppo costoso e non necessario", altri invece come "un'intromissione, un qualcuno che vuole decidere tutto".



Ecco, cerchiamo di fare un po' di chiarezza.


Chi è un EVENT CREATOR? Cosa fa? Perché sceglierlo? Come sceglierlo? Quando contattarlo? Dove trovarlo? Quanto costa?



Un Event Creator è una persona che mette a disposizione degli altri le proprie doti creative ed organizzative per realizzare un evento, sia che esso sia un matrimonio o un compleanno o un evento di qualsiasi altra natura.


Ma cosa fa esattamente? Quali sono i suoi compiti?

Dopo aver conosciuto i propri clienti, aver ascoltato e capito i loro gusti, pensa e sviluppa un progetto creativo su misura per loro.

La parte del #progetto è ciò che contraddistingue un Event Creator: ASSOLUTAMENTE NO AI 'COPIA-INCOLLA'! Ogni progetto è a sé, non esistono fotocopie, e non potrebbe essere altrimenti visto e considerato che ogni persona che ci sceglie è differente per gusti e personalità da un'altra!

Una volta approvato il progetto di base, si passa alla definizione dei dettagli e alla parte organizzativa vera e propria.

Si ricercano i #fornitori, ossia tutte quelle persone/aziende che contribuiranno alla realizzazione degli allestimenti e delle varie componenti dell'evento. Una volta trovati, attraverso molte (moltissime!) mail e telefonate, e il giorno stesso dell'evento, l'Event Creator ha un nuovo compito: quello di coordinatore.

Ricordate che coordinare è ben diverso dal comandare, si tratta infatti di fare in modo che tutti collaborino in armonia, che abbiano quello di cui hanno bisogno, quando lo hanno bisogno, senza che ci si intralci a vicenda, facendo rispettare a tutti le tempistiche stabilite nella TIMELINE della giornata (ma di questo ne parleremo più approfonditamente in un altro post).


Molti a questo punto penseranno "Sì beh, lo posso fare anche io senza pagare una persona, per di più estranea". Si e no.

Ma allora perché affidarsi ad un Event Creator?


Primo!

Progetterà un evento SU MISURA per voi!

Come un abito di haute couture cucitovi addosso.

Unico, irripetibile e che parli di voi ai vostri ospiti in ogni dettaglio e che vi lasci un'emozione nel cuore per tutta la vita.

Secondo!

Essendo un professionista che ha a che fare con molteplici persone/aziende del settore organizzazione eventi può proporvi più opzioni sia per stile che per prezzo fin da subito selezionandole già in partenza in base al mood che desiderate per il vostro evento, senza che dobbiate scapicollarvi per settimane (o mesi!) tra mail, telefonate e appunti sparsi ovunque.

Inoltre le affiancherà per tutto il percorso di preparazione oltre che il giorno dell'evento dall'inizio alla fine, facendo da vostro portavoce.

Terzo!

Fin da subito prevede il famoso PIANO B (e in alcun casi anche il C).

Essì, perché per quanto scegliate un giorno estivo per il vostro evento, convinti che "tanto figurati se pioverà", l'imprevisto meteo può essere dietro l'angolo anche se la percentuale di maltempo è pressoché nulla.

Ecco perché è bene avere SEMPRE un piano di riserva! Che non vuol dire che sarà uno schifo! NO! L'Event Creator preparerà nel dettaglio anche il piano alternativo, ed anche in questo caso nulla sarà lasciato al caso o in balia degli eventi!

Quarto!

L'Event Creator sa già cosa guardare e cosa chiedere ai fornitori che parteciperanno alla realizzazione dell'evento, anticipa e prevede cosa serve o potrebbe servire, anche il più piccolo DETTAGLIO è tenuto sotto controllo grazie alla sua organizzazione. Vi faccio un esempio: ricevimento all'aperto, band dal vivo, ma le prese della corrente per le casse e gli strumenti?! Oddio non abbiamo controllato!! Ecco...questo genere di 'dubbi dell'ultimo minuto' come li chiamo io, non accadono quando ci si affida ad un professionista, ergo...festa salva!

Quinto!

Il giorno dell'evento voi avrete tutt'altro a cui pensare che alla più o meno puntualità dei fornitori, al controllo che tutti rispettino quanto concordato in fase contrattuale (anche di contratti parleremo prossimamente), piuttosto che al corretto posizionamento degli allestimenti floreali o della mise en place, e chi più ne ha più nel metta.

STOP! Un bel respiro...

Il giorno dell'evento voi DOVETE avere un unico pensiero: godervi la giornata (a maggior ragione se si tratta del vostro matrimonio!).

A tutte queste cose penserà l'Event Creator e sarà lui che per tutta la durata dell'evento coordinerà al posto vostro le varie componenti per far sì che tutto sia assolutamente perfetto, come lo avete sempre immaginato e sognato.

Sesto!

L'Event Creator funge un po' da super partes.

Una presenza costante, sulla quale potrete contare sempre, che vi accompagnerà durante tutto il percorso. Una voce ferma che schiarirà i vostri dubbi e vi aiuterà a trovare le soluzioni.

Un amico (o nel mio caso amica) che creerà un ambiente sicuro, dove potrete sentirvi sempre liberi di esprimere le vostre idee, di scegliere ciò che vi piace e soprattutto di sentirvi voi stessi.

Settimo ed ultimo motivo! (ma non meno importante, anzi!)

Il BUDGET.

Tema super scottante.

Come anticipavo all'inizio del post, molti vedono questa figura come un costo esagerato e non indispensabile oltre che un'intromissione.

Io voglio farvela vedere da un altro punto di vista.

Quando decidete di affidarvi (e fidarvi!) ad un Event Creator state pagando una persona che, oltre ad ideare un #progettocreativo per voi, per tutti i motivi sopra citati, sa come consigliarvi per spendere il vostro budget al meglio e soprattutto (FONDAMENTALE) rispettandolo.

Esempio pratico : se per voi sono fondamentali gli allestimenti floreali, il rinfresco e la torta e invece sono da lasciare in secondo piano inviti e gift per gli ospiti, l'Event Creator saprà consigliarvi al meglio con quali fornitori avere a che fare rispettando le "percentuali di budget" per non sforare o avere sorprese finali.


Detto ciò, ma come scegliere l'Event Creator che fa per voi?

Qui dovete andare "di pancia" in un certo senso.

Il mio consiglio è di visitare i siti web e i profili social, di guardare i portfolio per farvi un'idea dello stile dalle foto, di leggere sempre attentamente la parte #about e i #servizi che vengono offerti. Una volta che vi identificate, che sentite vostro, affine a voi uno dei profili che visitate mandate una mail per fissare un appuntamento conoscitivo di persona o via Skype.

Ricordate che per entrambe le parti è FONDAMENTALE vedersi dal vivo per due motivi: capire se davvero ciò che abbiamo visto e letto corrisponde a ciò che vedete davanti a voi in quel momento e se così fosse (questo vale principalmente per l'Event Creator nei vostri confronti) captare segnali, parole non dette o altro che possa essere significativo per il vostro evento - anche questo sarà argomento di un post.


Dove cercarlo? Avete più opzioni.

Internet trovate siti web di ogni genere e tipologia, l'importante è fare attenzione e tenere sempre a mente cosa vogliamo e che budget abbiamo: se abbiamo un budget relativamente basso è pressoché inutile contattare o visitare siti Luxury.

I social sono un'altra fonte, seguendo gli hashtag #weddingplanner, #eventplanner, #partyplanner e simili potete trovarne.

Oppure sulle riviste di settore potete trovare dei nomi, ma il mezzo più "potente" ed efficace rimane il #passaparola.


Sì ma quando bisogna contattare l'Event Creator? C'è un tempo giusto?

L'ideale sarebbe tra i 14 e i 12 mesi prima, ma non è una regola fissa.

Ovviamente potete contattarlo anche tra i 24 e i 18 mesi prima, anche se personalmente lo sconsiglio a meno che ci siano esigenze e tempistiche particolari.

Oppure potete contattarlo pochi mesi prima dell'evento, tenendo presente che con tempi ristretti bisogna scendere a compromessi su alcune cose.


E ora, argomento cruciale.

Quanto costa assumere un Event Creator?

Dipende.

Dipende da professionista a professionista e da una serie di fattori che si vuole per il proprio evento.

Generalmente c'è un cachet base a cui vanno aggiunti eventuali optional.

Ma essendo questo un argomento spinoso, lo affronteremo nel dettaglio prossimamente.

Una cosa è importante capire, il compenso dell'Event Creator è dato dall'unione di questi fattori: creatività (progetto su misura), contatti (ricerca fornitori), organizzazione (recupero di tutti i materiali necessari, appuntamenti fissati, site inspection, ecc), coordinamento (sia prima che il giorno dell'evento), tempo (appuntamenti, sopralluoghi, ricerca, progettazione, ecc).


Ecco qui una panoramica su quello che è il mio meraviglioso mestiere!

Spero che questo lungo post possa esservi utile per fare chiarezza, per capire meglio cosa c'è dietro alla figura dell'Event Creator e chissà, magari per rivalutare l'idea di organizzare tutto da soli ed affidarvi a qualcuno che prenda a cuore tanto quanto voi l'organizzazione di un evento a voi caro.


Valeria








1
2